Cosa sono le criptovalute ?

Il nostro viaggio nel mondo delle criptovalute non poteva che cominciare da qui: che cosa sono le criptovalute di cui sempre più spesso sentiamo parlare ?

In modo estremamente semplificato potremmo definirle semplicemente come delle valute simili all’Euro o al dollaro ma prive di banconote o monete fisiche, perché tutti i pagamenti avvengono in modo digitale. Fin qui niente di nuovo, abbiamo quasi tutti familiarità con i conti conti correnti, i bancomat e le carte di credito: nel mondo moderno solo più una frazione dei pagamenti avviene con il pagamenti tramite moneta fisica, negli altri casi il pagamento avviene uno scambio di informazioni tra banche dati: se compro un caffé al bar e lo pago tramite la mia carta Bancomat, il computer della mia banca dialogherà con quello del barista tramite la rete dei pagamenti e dopo qualche secondo sul saldo del mio conto corrente ci sarà un Euro in meno e su quello del barista un Euro in più.

In realtà le differenze ci sono e sono molto importanti.

Per cominciare è importante riflettere sul fatto che il cuore dei sistemi di pagamento elettronici (bancomat, carte di credito, bonifici, ecc.) si basano su un sistema centralizzato attraverso passano tutti i pagamenti. Se un giorno qualche malintenzionato dovesse riuscire a entrare nel sistema e modificare il saldo del nostro conto corrente oppure mandare in tilt i server di questo sistema (che fortunatamente è estremamente sicuro) saremmo tutti in seri guai. Si potrebbe pensare: che problema c’è, se dovesse smettere di funzionare il bancomat potrei sempre pagare in contanti, una volta terminati in contanti mi potrei recare in banca e prelevare altri contanti dal mio conto corrente. Peccato che la quantità disponibile di banconote non sia minimamente sufficiente a coprire le nosre esigenze, perché fisicamente le banche non solo non hanno banconote sufficienti a coprire il saldo dei nostri conti correnti, ma nemmeno posseggono Euro a sufficienza per poterlo fare perché la quasi totalità delle banche per ogni Euro che depositiamo sul conto sono autorizzate per legge a creare dal nulla (digitalmente) degli Euro e prestarli a chi chiede prestiti o mutui, oppure per investirli sui mercati: questo meccanismo si chiama riserva frazionata.

Una caratteristica importante delle criptovalute è che i pagamenti possono avere luogo senza bisogno di passare da un sistema centrale, bensì da una fittissima rete di computer (i cosiddetti nodi) gestiti in modo indipendente e sparsi su tutto il pianeta. Questo concetto si esprime definendo questo sistema di pagamento “trustless”: non ho bisogno di fidarmi del sistema bancario perché i pagamenti vadano a buon fine.

Una seconda differenza è che i pagamenti effettuati in criptovalute sono completamente trasparenti e assolutamente immutabili: una volta effettuato un pagamento tramite criptovalute, questo verrà registrato all’interno di un cosiddetto blocco, e il contenuto di questo blocco sarà registrato in migliaia di computer in tutto il mondo e chiunque lo potrà verificare perché questi registri sono pubblici. Ci sarebbe molto da dire sui pagamenti anonimi in criptovalute (i pagamenti in sè sono tracciabili ma è difficile risalire agli intestatari) e sul come tecnicamente avvengono i pagamenti (semplice a dirsi ma complesso), approfondiremo il meccanismo con cui avvengono i pagamenti e il fatto che siano tracciabili in un altro articolo

Terza differenza: le criptovalute non conoscono frontiere nè barriere geopolitiche: si possono comminare tutte le sanzioni che si vuole ad un paese “canaglia”, ma nessuno riuscirà mai ad impedire che il pagamento di un bene possa avvenire tramite criptovalute.

Un’altra differenza è la cosiddetta “supply”: alcune criptovalute hanno preso molto piede grazie al fatto che sono emesse in quantità limitata, quindi non tendono a perdere valore nel tempo. Le cosiddette monete fiat invece (cioè le valute tradizionali come il dollaro americano, l’Euro, lo yen, ecc.) vengono stampate o create digitalmente a un ritmo impressionante, negli ultimi anni in modo sfrenato. Questo nel tempo non potrà che diminuirne sensibilmente il potere d’acquisto. Non ne siete convinti ? Pensate a quanto pagavate un caffè o un giornale dieci anni fa….

Cosa sono le criptovalute ?

Un commento su “Cosa sono le criptovalute ?

  1. Grazie per l’articolo, non è semplice trovare in rete spiegazioni così chiare.

I commenti sono chiusi.

Torna su